Laurea Magistrale in Ingegneria Strutturale e Geotecnica

scarica-pdf

La Laurea Magistrale in Ingegneria Strutturale e Geotecnica ha come obiettivo la formazione di una figura professionale esperta nella progettazione e realizzazione delle strutture portanti delle opere civili e nell’analisi delle relative problematiche geotecniche. I settori di intervento del laureato magistrale sono molteplici. Tra questi si possono elencare: l’edilizia di uso abitativo e per i servizi, gli edifici e gli impianti industriali, le infrastrutture stradali e ferroviarie (ponti, viadotti, gallerie, rilevati), le opere idrauliche (dighe e serbatoi), i grandi impianti sportivi, le strutture marittime sia costiere sia in mare aperto, le fondazioni superficiali e profonde, le opere di sostegno, gli argini in materiali sciolti, le costruzioni in sotterraneo. L’importanza della piena garanzia di sicurezza per le opere sopra citate, la larga diffusione di molte di esse, nonché la rilevanza e l’attenzione sempre crescente alla problematica sismica, con le connesse esigenze di previsione dettagliata del rischio ai fini del progetto, del consolidamento e delle riparazione del patrimonio edilizio esistente (edilizia fatiscente, centri storici) creano per il laureato magistrale un amplissimo e articolato campo di intervento. Nei corsi, pertanto, verranno fornite le basi scientifiche e le tecniche per affrontare le problematiche del settore. L’allievo avrà la possibilità di scegliere se specializzarsi in una figura settoriale ad alto livello di conoscenza, oppure acquisire un più ampio spettro di competenze utile per affrontare con sufficiente flessibilità le richieste del mondo del lavoro.
Gli obiettivi formativi specifici sono rivolti alla formazione di una figura culturale e professionale compiuta, rivolta al mondo del lavoro e caratterizzata da una solida cultura di base, da una buona cultura nelle materie applicative fondamentali e da una più approfondita cultura in specifici settori applicativi e professionale dell’Ingegneria Civile. Il laureato magistrale sarà una figura professionale cosciente e critica, dotata del necessario bagaglio teorico-scientifico, qualificata per impostare, svolgere e gestire attività di progettazione anche complesse, con spiccate capacità di proposizione progettuale ed operativo/gestionale.
I principali sbocchi occupazionali dei laureati specialistici possono essere la libera professione ovvero l’impiego presso imprese, aziende, enti pubblici e privati, studi professionali, società di ingegneria, società di servizi. Esempi di possibili sbocchi occupazionali sono: Dirigente in enti pubblici, enti economici e società, industria delle costruzioni e imprese di costruzione, Progettista di strutture ordinarie e speciali, Progettista di opere geotecniche, Progettista dei sistemi di sicurezza di insediamenti ed impianti industriali, Progettista di interventi per la stabilità del territorio, Progettista di interventi di recupero e riqualificazione alla scala edilizia e territoriale, Responsabile della qualità e sicurezza, Consulente per privati e enti pubblici.


;