Progetti europei

  • Equaljoints PLUS: è un progetto di divulgazione scientifica finanziato dal fondo europeo “Research fund for Coal and Steel”, che nasce con l’obbiettivo principale di promuovere e valorizzare i criteri di prequalificazione sismica di connessioni in acciaio trave-colonna sviluppati nell’ambito progetto europeo Equaljoints, recentemente concluso. Tale attività di divulgazione, promossa anche attraverso seminari e workshop organizzati in Europa e negli Stai Uniti, si intende rivolta non solo alle istituzioni accademiche, ma anche e in particolar modo al mondo dei progettisti, costruttori e produttori di carpenteria metallica.
    Coordinatore scientifico: Raffaele Landolfo.
  • INNO3DJOINTS: è un progetto di ricerca Europeo, finanziato dal fondo europeo “Research fund for Coal and Steel” il cui obbiettivo è quello di sviluppare innovativi organi di connessione plug-and-play per sistemi ibridi ad elevata efficienza strutturale in cui alle colonne tubolari sono associati profili leggeri formati a freddo.
    Coordinatore UR UNINA: Raffaele Landolfo.
  • SBRIplus: è un progetto finanziato dal fondo europeo “Research fund for Coal and Steel” per la divulgazione scientifica dei risultati e della conoscenza sviluppati nel precedente progetto RFCS SBRI, che ha riguardato la messa a punto di un approccio olistico applicato alla progettazione e manutenzione di ponti composti acciaio-calcestruzzo, in cui l’analisi degli aspetti ambientali, economici e funzionali sia considerata in maniera integrata e con riferimento all’intero ciclo di vita del manufatto.
    Coordinatore UR UNINA: Raffaele Landolfo.
  • INNOSEIS: è un progetto finanziato dal fondo europeo “Research fund for Coal and Steel” rivolto alla diffusione e valorizzazione di 12 dispositivi anti-sismici innovativi messi a punto nel corso di recenti progetti RFCS europei e nazionali. Il materiale prodotto sarà divulgato a tutti gli attori del settore delle costruzioni metalliche.
    Coordinatore UR UNINA: Raffaele Landolfo.
  • ELISSA (Energy Efficient LIghtweight-Sustainable-SAfe-Steel Construction) è un progetto di ricerca europeo finanziato nell’ambito del “7th Framework programme” volto allo sviluppo e alla diffusione di sistemi costruttivi modulari realizzati in acciaio formato a freddo, recentemente concluso. I sistemi costruttivi investigati sono sistemi a secco, leggeri e prefabbricati, in grado di garantire elevati standard prestazionali nei confronti dell’isolamento termico, della risposta sismica, del controllo delle vibrazioni e della resistenza al fuoco. L’analisi delle diverse prestazioni è stata effettuata mediante un’estesa attività sperimentale e numerica organizzata su tre livelli: micro, meso e macro scala.
    Coordinatore per UR UNINA: Raffaele Landolfo.
  • FREEDAM (Free Damages) è un progetto di ricerca Europeo, finanziato dal fondo europeo “Research fund for Coal and Steel” il cui obbiettivo è quello di sviluppare innovative connessioni trave-colonna in acciaio in grado di superare eventuali eventi sismici senza subire alcun danno, grazie a specifici dispositivi ad attrito collocati al livello della trave connessa e capaci di dissipare l’energia sismica in ingresso.
    Coordinatore per UR UNINA: Raffaele Landolfo.
  • ERGO è il terminale grafico dimostrativo, attualmente installato presso la sede DiSt di via Claudio, di un sistema di Allerta Sismica Preventiva dei terremoti (Earthquake Early Warning) che si basa sulla rete sismica ISNet di AMRA Scarl realizzata per applicazioni di Early Warning nella regione Campania.
    Responsabili scientifici: Gaetano Manfredi e Aldo Zollo.

PON

  • METROPOLIS (Metodologie e tecnologie integrate e sostenibili per l’adattamento e la sicurezza di sistemi urbani) ha l’obiettivo di definire metodologie, sviluppare tecnologie innovative e sostenibili per la valutazione e la gestione dei rischi naturali ed antropici in ambiente urbano, al fine di indirizzare strategie di mitigazione sulla base di uno strumento integrato di supporto alle decisione.
    Coordinatore scientifico: Gerardo Verderame.
  • METRICS (Metodologie e tecnologie per la gestione e riqualificazione dei centri storici e degli edifici di pregio) è un progetto di ricerca industriale per lo sviluppo di metodologie e tecnologie innovative per favorire la sostenibilità e la sicurezza nei centri storici delle città. Le attività di ricerca sono articolate in obiettivi realizzativi nell’ambito di tre macro ambiti tematici: Sicurezza; Sostenibilità ambientale; Qualità della vita.
    Coordinatore scientifico: Andrea Prota.

Progetti nazionali

  • Progetto STAR – INTERACTS (Integrated and reliable approaches for sustainability assessment of existing buildings) finanziato da PROGRAMMA STAR – Università di Napoli Federico II & the company Compagnia San Paolo (Principal Investigator: Costantino Menna). Durata: 2017-2019.
  • DPC-RELUIS 2014-2018 ha per oggetto il Supporto alle attività di gestione tecnica dell’emergenza e connesse ai programmi di prevenzione sismica, per lo sviluppo della conoscenza e l’assistenza alla redazione di norme tecniche, per la collaborazione alle attività di formazione, comunicazione e divulgazione. Nell’ambito del progetto finanziato dal Dipartimento della Protezione Civile, il DiSt svolge attività in diverse linee di ricerca rientranti fra Temi Generali (Strutture in muratura, cemento armato, Acciaio, composte acciaio-calcestruzzo, etc.), Temi territoriali e svariati Progetti Speciali.
  • PRIN 2015. PERICLES (Protecting the Cultural Heritage from water-soil interaction related threats). Il progetto PERICLES è finalizzato allo sviluppo di una strategia di gestione innovativa per i Beni Culturali esposti ai rischi naturali connessi con l’interazione tra acqua e suolo. Il Progetto, inoltre, fornirà criteri per definire le priorità di intervento, metodologie innovative per la valutazione e mitigazione del rischio nonché misure strutturali e non strutturali volte alla salvaguardia e conservazione e valorizzazione dei beni esposti. Coordinatore: Raffaele Landolfo.
  • PRIN 2010/11 Modellazione meccanica avanzata di nuovi materiali e nuove tecnologie per la soluzione delle sfide Europee del 2020 (responsabile scientifico: Gaetano Manfredi).
  • PRIN 2010/11 Analisi strutturale non lineare (responsabile scientifico: Luciano Rosati).

Progetti conclusi


;